Proseguono i lavori di Agendo per l’Agenda

 

Ci eravamo ripromessi di tenervi aggiornati su Agendo per l’Agenda, il percorso di confronto tra organizzazioni e realtà del territorio impegnate sul fronte della disabilità in vista della stesura della prima Agenda della Disabilità in Italia – una serie di norme e prassi a tutela di chi si trova ad avere bisogni speciali, un progetto promosso da Fondazione CRT e CPD Consulta per le Persone in Difficoltà.

Alcuni numeri: 146 le organizzazioni non profit coinvolte – tra le quali CIRP –, oltre 3 milioni di persone con disabilità (il 5,14% della popolazione), di cui 225.000 in Piemonte e Valle d’Aosta (dati Istat 2019) (fonte fondazionecrt.it), 6 i tavoli di lavoro per altrettanti temi di confronto.

Stefano Monte, Presidente della Cooperativa CIRP, partecipa alle sezioni “Curare e curarsi” e “Sostenere le famiglie”, portando anche il contributo delle persone e dei caregiver.

Varie le criticità esistenti portate dagli attori, tra le quali la permanenza di barriere architettoniche, culturali e comunicative che limitano l’accesso all’autonomia sul territorio, alle cure e alle informazioni, aumentando il senso di abbandono e solitudine. Si è evidenziata la separazione tra l’ambito sanitario e quello dei servizi territoriali, nonché la necessità di implementare una rete di condivisione di competenze e servizi. A partire da questi punti di attenzione sono stati redatti obiettivi strategici per trovare buone prassi e le soluzioni più adeguate.

L’obiettivo del progetto è quello di coinvolgere le organizzazioni che ogni giorno raccolgono e si fanno testimoni di queste difficoltà, trovando protocolli innovativi e realmente efficaci – tenendo altresì presente che, nel secondo semestre dell’anno, saranno coinvolte personalità della società civile, dell’associazionismo, dell’università, delle imprese, etc.

È possibile, per chi ne abbia l’interesse, registrarsi sul sito https://www.agenday.it e seguire gli sviluppi del progetto, nonché prendere visione dei report relativi ai vari tavoli di lavoro.

Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato